VALENCIA, 18-25 Febbraio 2018

“Le radici sono importanti nella vita di un uomo, ma noi abbiamo le gambe e le gambe sono fatte per andare altrove.” (Pino Cacucci)

Per questo motivo abbiamo deciso di intraprendere una nuova avventura al fine di immergerci nella cultura spagnola, a noi più vicina di quanto si possa immaginare. Accompagnati dalle nostre professoresse Concetta Campobasso (tutor interna) e Ana Gallego, abbiamo trascorso a Valencia, città costiera spagnola, un’intera settimana dedicandoci a svariate attività, precedentemente preparate in classe, propedeutiche al progetto di “Alternanza scuola-lavoro”. Prima fra tutte le visite guidate, quella all’ “Hotel Olympia”, con successiva conferenza dell’esperto del settore turistico e direttore dell’hotel, Alessandro Perissinotto; quella al “Museo della ceramica”, accompagnati dalla guida Fernando López Uhden, per poi immedesimarci nel ruolo di guide per il centro storico e illustrando i “ninots” del “Museo Fallero”.

Inoltre, abbiamo frequentato un corso di lingua, presso la scuola per stranieri “Árcades del Cid”, tenuto dai docenti spagnoli Ramón e Alicia. Parte di questo progetto è stato anche il meraviglioso percorso nella famosa Città delle Arti e delle Scienze, città-museo all’avanguardia e nell’immenso Oceanografico. Non dimentichiamo le nostre lunghe passaggiate per le vivaci strade valenciane, per i verdi giardini del Turia e i momenti trascorsi con le calorose famiglie spagnole tra “charlas y platos típicos”.

Los mundos nuevos deben ser vividos antes de ser explicados”. Alejo Carpentier “Las ciudades son libros que se leen con los pies”. Quintín Cabrera

 

https://www.facebook.com/4E-Liceo-Linguistico-Cartesio-Alternanza-scuola-lavoro-390439824772424/